Faremo bene il male 

di Luciano Monti


Faremo bene il male è un romanzo che svolge una sorta di gnosi, raccontando un viaggio iniziatico e sapienziale. Il viaggio ha per scopo il risalimento dell’essere umano alla sua stessa fonte divina. Con ciò, tuttavia, l’autore mette in scena un tipico paradosso gnostico: l’uomo, quando voglia tornare a essere Dio, deve prima accettare di sprofondarsi nell’Inferno più livido.

 

Lo stimato professor Torno insegna Latino e Greco al liceo. Non sposato, single, la sua vita scorre avvolta da una coltre di decorosa normalità. Almeno fino a quando la sua allieva più brillante, Dafne, viene colpita da quel che sembra un forte stato depressivo che la costringe a ritirarsi da scuola. Per farla uscire dal proprio isolamento, il professore prende a recarsi con regolarità a casa della ragazza. È qui che però conosce la misteriosa e conturbante sorella minore di Dafne, Diana. Ed è proprio con lei che, giorno dopo giorno, il tranquillo insegnante comincia a scendere, o a salire, i gradini che portano all’Inferno. I due folli amanti si votano al ribaltamento d’ogni valore in un viaggio oltre il tempo, alla scoperta delle passioni più nascoste, per poter infine accedere a una dimensione più autentica di vita. Ma sarà davvero autentica? Perché la realtà stessa sembra di colpo divenuta un mistero dagli allucinati contorni ultraterreni? Da chi è stato scritto e dove si trova il Libro d’età alessandrina, che guida il protagonista e Diana nel loro cosciente progetto di smarrimento? E chi è davvero Diana, che di notte sogna il Libro per poi trascriverlo? Tra dense accensioni liriche e paralizzanti paradossi morali, Faremo bene il male può considerarsi un nuovo Lolita interamente trasportato nelle vertiginose regioni della metafisica e, insieme, sprofondato negli oscuri abissi della psiche.


Luciano Monti (Como,1963) è docente universitario e autore di oltre settanta tra saggi e articoli sull’Europa e i suoi divari economici e sociali. Fra gli altri, ha pubblicato Il Mito d’Europa (SEAM, 2000), L’altra Europa. Diario di un viaggio nella povertà (Rubbettino, 2005) e Ladri di futuro. La rivoluzione dei giovani contro i modelli economici ingiusti (LUISS University Press, 2014). Presso Alter Ego è uscita una sua raccolta poetica, Lettere ioniche (2014). Faremo bene il male è il suo primo romanzo edito.


Scrivi commento

Commenti: 0