Grande successo nel 2014 delle visite a Ninfa e al Castello

Sono state circa 67 mila  le persone – alunni e visitatori ordinari – che nel corso del 2014 hanno fatto visita al giardino di Ninfa e ai resti della città medievale. Si è trattato di uno sforzo che la Direzione del Monumento Naturale ha ritenuto di fare per venire incontro alla forte richiesta di fruizione che non si è voluta ostacolare. E tuttavia questa forte pressione ha suscitato la preoccupazione che il giardino non possa continuare a registrare un così alto numero di visitatori se non adottando misure specifiche che consentano il contenimento massimo dei danni da calpestìo e da presenze non sempre accorte. La Fondazione Roffredo Caetani nel corso per l’anno 2015 ha fatto stampare un piccolo folder che verrà consegnato ai visitatori, che sono cortesemente pregati di attenersi ad alcune norme di comportamento essenziali. Verrà anche contenuto il numero delle giornate di entrata nei giorni prefestivi e festivi, mentre si agevolerà l’ingresso in altri giorni, soprattutto a gruppi organizzati e prenotati per tempo. Infine, allo scopo di assicurare ai graditi ospiti il miglior servizio, i gruppi affidati alle singole guide non potranno superare in nessun caso il numero stabilito dalla Direzione del Monumento Naturale.

Sotto altro aspetto, il riscontro di popolarità e di affetto per Ninfa è segnalato anche dal fatto che il sito dell’Agenzia regionale del Turismo della Regione Lazio ha registrato ben 800 mila contatti in pochi giorni da parte di navigatori del web che hanno voluto visionare il documentario dedicato, appunto, al gioiello della Fondazione Roffredo Caetani.

Il Castello Caetani di Sermoneta, dal canto suo, ha registrato oltre 25 mila ingressi, sia da parte di scuole (alle quali è solitamente riservato uno spazio temporale ad hoc, insieme a specifiche iniziative di animazione) sia da parte di turisti.


Scrivi commento

Commenti: 0